Il primo quotidiano online della provincia di Vercelli

MONTONERO COME BEIRUT - IL VIDEO - La storica Frazione di Vercelli bombardata dalla grandine che ha scoperchiato tetti, distrutto automobili - Lo sconforto dei residenti - Mai vista una cosa simile a memoria d'uomo

Il tetto della Trattoria scoperchiato mentre gli avventori stavano cenando - All'uscita, si trovano dieci auto distrutte



“In questo momento non so prendere nessuna decisione”.

E come dargli torto?

Il Lettore che ci avvisa, oggi 7 luglio, di prima mattina -vieni, Montonero è come Beirut – forse esagera un po’.

Perché qui i tetti, le case e le automobili sono bombardati dalla grandine, non sono saltati in aria a causa degli stick di tritolo.

Ma il risultato è comunque impressionante.

Come dar torto al titolare della trattoria, rinomata, sempre frequentata da tante persone, di Montonero, il Signor Marco, che accetta di parlare al nostro microfono.

Racconta quei minuti dopo le 22, quando si alza dapprima un vento leggero, poi arriva il finimondo.

Il tetto del locale scoperchiato mentre gli avventori sono dento.

Un miracolo che nessuno si sia fatto male.

***

Sempre nel video che correda questo articolo, un altro dei circa 40 abitanti che ancora vivono nell’antica Frazione nata come insediamento dell’Ordine Mauriziano, racconta cos’è successo ieri.

Chicci di grandine grandi come mele, mai visti prima.

Tutta la direttrice Est – Ovest del Vercellese flagellata da una calamità così severa, come non si ha memoria.

Cosa succederà ora a Montonero?

Sul posto in prima mattina abbiamo trovato l’Assessore Comunale Maurizio Tascini, i Vigili del Fuoco, la Polizia Municipale.

È in arrivo il Sindaco, che sta facendo vari sopralluoghi in città.

La prima preoccupazione è riconoscere lo stato di calamità, mettere in sicurezza ogni luogo colpito e danneggiato.

Si contano i danni, per fortuna solo alle cose, nessuna persona è rimasta ferita.