il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli

I MEDICI PER L'AMBIENTE SONO CAUSTICI - E chiedono al Comune di Vercelli: perchè la "letamaia" del Bombardieri non vi piace e i trucioli di Atena Iren invece sì? - Le criticità dei trucioli alla formaldeide sono anche più impattanti

Il testo della lettera inviata all'Amministrazione Comunale

Egregi Signori,

come Sezione ISDE (Medici per l'Ambiente) di Vercelli apprendiamo positivamente il diniego totale, da parte della giunta Comunale nella figura del Sindaco Andrea Corsaro, alla creazione del nuovo impianto compost che sarebbe dovuto sorgere sul sito Polioli; detto impianto avrebbe comportato rilevanti problematiche di difficile risoluzione, legate anche all’impatto odorigeno che tali siti produttivi spesso generano, con ricadute negative non tanto sulla salute, ma sulla qualità di vita e del contesto ambientale complessivo.

Il Sindaco ha inoltre fatto presente che tale impianto avrebbe comportato un incremento sensibile del traffico, visto il maggior afflusso di mezzi pesanti necessari al trasporto del materiale necessari al ciclo produttivo del sito, con le conseguenti ricadute sulla già pessima qualità dell’aria della nostra città.

Ci chiediamo d’altro canto, e vorremmo anche ricevere delle delucidazioni a riguardo, per quale motivo le medesime criticità (forse anche più impattanti) non siano state considerate nella valutazione di fattibilità dell’impianto destinato alla produzione di piattaforme di carico in legno (pallet) che invece è stato approvato.

Infatti tale sito, oltre ad avere anch’esso un problema odorigeno (come denunciato in precedenti comunicati ISDE) avrà anche una ricaduta immissiva atmosferica rilevante, andando ad impattare nell’area sud del capoluogo già provata dal punto di vista sanitario da anni d’inquinamento dell’inceneritore e dello stesso sito Polioli.

In aggiunta anche questo impianto porterebbe ad un netto aumento del traffico pesante (circa 15.000 autotreni all’anno) per il trasporto del legno/mobili ecc necessari al suddetto impianto.

Auspichiamo come associazione di ricevere risposte chiare ed esaustive in merito al fine di poter tutelare la salute dei cittadini vercellesi che troppe volte è stata messa in discussione per avvantaggiare l’interesse di pochi.
Distinti saluti.

Il Consiglio Direttivo della sezione vercellese dell’I.S.D.E.

Redazione di Vercelli