il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli

FIRME FALSE, CHIESTE OTTO CONDANNE E SEI ASSOLUZIONI - Contestazioni bipartisan per la autenticazione delle firme di sottoscrizione alle candidature di Luigi Bobba e Carlo Riva Vercellotti alle elezioni provinciali 2011

Il processo alle battute finali - Si torna in aula per le arringhe difensive il 15 settembre -

Vercelli – Battute finali - ieri 3 luglio - al processo per le cosiddette "firme false" che vede coinvolti personaggi politici di primo piano, sia di centrodestra sia di centrosinistra, tra i quali l'attuale Sindaco di Vercelli Maura Forte, l'ex Presidente del Consiglio Comunale Camillo Bordonaro, l'ex Vice Sindaco Antonio Prencipe, l'attuale capogruppo di Forza Italia in Consiglio Comunale Massimo Materi e l'attuale coordinatore provinciale di Fratelli d'Italia (ed ex Consigliere Comunale) Emanuele Pozzolo.

Ecco di seguto il link all’atto che riepiloga i capi di imputazione per ogni singolo imputato con le concrete contestazioni sulle firme la cui autenticazione la Pubblica Accusa reputa viziata di irregolarità:

http://piemonteoggi.it/pdf_news/26012015130723_ATTO.pdf

ed ecco tutti gli articoli che riepilogano le fasi precedenti del caso:

https://archivio.vercellioggi.it/dett-news?id_portale=2&id=47226

https://archivio.vercellioggi.it/dett-news?id_portale=2&id=60632

https://archivio.vercellioggi.it/dett-news?id_portale=2&id=60659

https://archivio.vercellioggi.it/dett-news?id_portale=2&id=62295

https://archivio.vercellioggi.it/dett-news?id_portale=2&id=64461

https://archivio.vercellioggi.it/dett-news?id_portale=2&id=65104


Giudice la Dottoressa Maria Teresa Guaschino, Pubblico Ministero il Dott. Davide Pretti.

Queste le richieste di condanna formulate dalla Pubblica Accusa al termine della requisitoria.

Camillo Bordonaro due anni, Guglielmo La Mantia 1anno e 9 mesi, Maura Forte 1 anno e 6 mesi, Antonio Prencipe 1 anno, Armando Apice 11 mesi, Massimo Materi 9 mesi, Emanuele Pozzolo 9 mesi, Filippo Ristagno 8 mesi.

Per Giovanni Corgnati, Piero Santhià, Pier Giorgio Comella, Gino Corradini, Valentino Guglielmino e Alessandro Demichelis, il Pm Pretti ha chiesto l'assoluzione per non aver commesso il fatto.

Ricordiamo che le firme raccolte ed autenticate dagli allora Consiglieri Comunali nella veste di pubblico ufficiale, erano quelle per le elezioni provinciali del 2011.

Prevalse poi nel responso delle urne l’attuale Presidente, Carlo Riva Vercellotti contro il candidato del Centrosinistra, Luigi Bobba.

La prossima udienza è prevista per il 15 settembre.

Si riprende con le ultime arringhe difensive e non è escluso che ci sia anche la sentenza.