il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli

VERCELLI, GIUSEPPE CANNATA INDAGATO PER ISTIGAZIONE A DELINQUERE AGGRAVATA - In mattinata la Digos a casa del Medico, su incarico della Procura della Repubblica, sequestra il materiale informatico Fb

La perquisizione informatica ha dato esito positivo, consentendo di attribuire inequivocabilmente la responsabilità di tale esternazione alla persona sottoposta alle indagini.

Il Procuratore della Repubblica

comunica che in data odierna la D.I.G.O.S. della Questura di Vercelli, unitamente al Gabinetto Provinciale di Polizia Scientifica, ha dato esecuzione a due decreti di perquisizione locale, personale ed informatica emessi da questo Ufficio a carico di CANNATA Giuseppe, vice Presidente del Consiglio Comunale di Vercelli, per la ricerca sulla pagina personale del profilo facebook a lui in uso del post, del 21 luglio 2019 ore 19.17, dal tenore “e questi schifosi continuano imperterriti. Ammazzateli tutti ste lesbiche, gay e pedofili”

La perquisizione informatica ha dato esito positivo, consentendo di attribuire inequivocabilmente la responsabilità di tale esternazione alla persona sottoposta alle indagini. Contestualmente gli è stata notificata l’informazione di garanzia e sul diritto di difesa con la quale lo si è informato che l’Ufficio procede a suo carico per il delitto di istigazione a delinquere, aggravata dalla commissione del fatto attraverso strumenti informatici e telematici.


Si trasmetta a cura della Segreteria a tutti gli organi di informazione.

Vercelli, 23 luglio 2019